Come identificare un trend

Nel momento in cui apri una posizione, una delle decisioni più difficili  è quella di determinare il trend corrente e comprendere quanto sia possibile sfruttarlo.

Come hai imparato in un articolo precedente puoi approfittare dei trend per essere ragionevolmente sicuro di non avere brutte sorprese nel momento in cui entri nel mercato con una posizione di acquisto o di vendita. Un trend rappresenta l’andamento prevalente di una coppia di valute. Se ci troviamo in un uptrend il valore subirà un incremento, mentre in caso di downtrend avverrà il contrario.

E’ quindi molto importante saper riconoscere un trend in un grafico, ed è altrettanto importante non farsi trarre in inganno da una lettura superficiale.

Ma allora come si riconosce un trend? In primo luogo per dare inizio all’analisi devi aprire il tuo software per fare trading, come per esempio metatrader, e selezionare un grafico a candele per la coppia di valute che vuoi prendere in esame, come per esempio EUR/USD.

Prima di essere in grado di stabilire il trend corrente è necessario osservare il grafico in diversi time frame, per escludere i falsi positivi. Il primo arco temporale è quello a 60 minuti (H1), il secondo timeframe è di 240 minuti (H4) ed il terzo è quello giornaliero (D1). Per identificare i principali livelli di supporto e resistenza puoi fare affidamento invece al grafico settimanale (W1).

Dai una prima occhiata al grafico EUR/USD qui sotto (time frame H1): secondo te in che direzione sta andando il trend?

grafico a candele EUR/USD
Img 1: Candlestick EUR/USD H1 – Clicca per ingrandire

Ad un primo sguardo non è così facile come sembra. C’è stata una discesa brusca, una successiva risalita del prezzo, un altro abbassamento ed infine sembra che l’Euro stia nuovamente recuperando terreno. Ma come puoi esserne sicuro? Il grafico non è molto rassicurante in questo caso.

Anche il grafico a 240 minuti (H4) non sembra di essere grande aiuto. Come possiamo essere sicuri che l’Euro stia salendo dopo tutte le discese ben evidenti nell’immagine?

grafico a candele EUR/USD 4 ore
Img 2: Candlestick EUR/USD H4 – Clicca per ingrandire

Per fare un po’ di chiarezza facciamo entrare in gioco l’indicatore della media mobile, che nei software in lingua inglese si chiama moving average. Questo indicatore è di fondamentale importanza per determinare il trend corrente, perchè riesce a sintetizzare in una sola linea la media di tutti i valori delle candele.

Su metatrader, che puoi scaricare nella pagina di donwload, puoi inserire questo indicatore facendo doppio click sul suo nome nel menu a sinistra dei grafici.

Una volta inserito prova a dare nuovamente un’occhiata al grafico a 1 ora. La linea blu rappresenta la media mobile e la parte finale di essa volge verso l’alto, dando un primo indizio che possa trattarsi di un uptrend:

EUR/USD H1 con indicatore moving average
Img 3: Grafico EUR/USD H1 con media mobile – Clicca per ingrandire

Una situazione simile si verifica anche nel grafico a 4 ore, in cui si vede la line della media mobile salire leggermente. Questo aggiunge una piccola conferma ai nostri indizi.

A questo punto noterai che la prima analisi in cui sospettavamo ci fosse un recupero potrebbe essere esatta. Per avere una certezza maggiore del nostro trend ricorriamo all’aiuto di un secondo indicatore, che prende il nome di Oscillatore Stocastico. Aggiungendolo al grafico possiamo farci un’idea ancora più dettagliata sul nostro trend, stabilendo con maggiore precisione l’andamento.

EUR/USD a 60 minuti con stocastico
Img 4: EUR/USD H1 con stocastico – Clicca per ingrandire

Osservando il grafico H1  puoi notare come lo stocastico sia in grado di confermare il trend in atto e darci la risposta che cercavamo.

Detto ciò, ti consiglio vivamente di utilizzare queste indicazioni come un primo indizio sulla direzione del nostro cross. Non è prudente fermarsi qui e aprire una posizione basandoti soltanto su queste rilevazioni, poichè esse non sono sufficienti per avere la sicurezza che si tratti di un movimento consolidato e durabile. Per questo motivo è importante continuare l’analisi cercando più informazioni possibili, ricorrendo all’utilizzo di altri strumenti.

Un ulteriore impiego della media mobile per determinare il trend in corso è il seguente: quando le candele si trovano al di sopra della linea, sei in un uptrend. Al contrario se i prezzi sono al di sotto della media mobile, il cross si trova in un periodo di downtrend.

In figura è riportato questo ultimo esempio nel grafico EUR/USD a 4 ore, a distanza di qualche giorno. Il movimento del cross era effettivamente in uptrend. Ha avuto però una correzione dopo circa un giorno, prima di risalire nuovamente verso nuovi prezzi high.

prezzi al di sopra e al di sotto della media mobile
Img 5: Un metodo veloce per determinare la direzione prevalente – Clicca per ingrandire

Infine il passo successivo è quello di mettere in pratica la teoria di un altro articolo della guida, tracciando le linee di trend calcolate attraverso i livelli di Supporto e Resistenza. In questo modo puoi avere visione molto più chiara sulla direzione prevalente e nello stesso tempo puoi rintracciare i punti probabili in cui il cross potrebbe avere un inversione.

Ti ricordo che queste analisi sono utili per definire un trend, ma forniscono pochissime informazioni su come e quando entrare nel mercato. Prima di aprire una posizione metti in pratica i metodi di questo articolo integrandoli ad altri indicatori.

Continua a leggere gli altri articoli della Guida Livello Base.

Gli ultimi Tweets

Sold EURUSD 1.11449 SL 1.1214 TP 1.09871

Circa un anno fa dal Twitter di Area Forex via Myfxbook

2 Commenti su Come identificare un trend

1 Trackback & Pingback

  1. Metodo di trading su Supporto e Resistenza | Area FOREX.com

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*