Come si opera nel Forex

Quando fai trading sul forex speculi sulle fluttuazioni di una coppia di valute prendendo in considerazione il loro valore di cambio.

Il Foreign exchange (FOREX) è lo scambio di contrattazioni tra due valute. E’ un mercato NON-DELIVERY e non esistono vere e proprie transazioni fra valute. Il forex può essere quindi visto come un “accordo” o “contratto” (FOREX DEAL) per scambiare uno specifico volume di una coppia di valute tenendo conto del valore di scambio tra di esse. Per portare a termine una contrattazione, nel forex devi impegnare soltanto un importo proporzionale a ciò che viene contrattato (MARGINE). Di conseguenza se cambia il rapporto di scambio tra due valute, anche il margine subisce un cambiamento.

Lo scopo delle contrattazioni finanziarie è principalmente quello di comprare ad un prezzo basso per poi rivendere ad un prezzo alto. Il mercato del forex exchange non fa eccezione. I beni trattati in questo mercato sono le valute di paesi diversi, ognuno dei quali ha un proprio prezzo che può variare durante l’arco della giornata.

Per dare inizio a transazioni tra entità locate in differenti paesi, con differenti governi e regole, si fa affidamento al mercato Forex. Per avere un guadagno da esso, il trader deve essere in grado di determinare quali valute possono subire un deprezzamento e quali invece possono avere una rivalutazione. I vari software di forex online sono in grado di fornire le quotazioni delle valute in tempo reale.

Cosa Significa Fare Trading sul Forex?

Quando fai trading sul Forex, speculi sulle fluttuazioni del valore di una coppia di valute. Il tuo obiettivo è comprare a un prezzo basso e vendere a un prezzo alto. Per fare ciò, devi impegnare solo un importo proporzionale a ciò che viene contrattato, chiamato margine. Se il rapporto di cambio tra le valute cambia, anche il margine subisce un cambiamento.

Lo scopo delle contrattazioni finanziarie è principalmente quello di comprare ad un prezzo basso per poi rivendere ad un prezzo alto. Il mercato del forex exchange non fa eccezione. I beni trattati in questo mercato sono le valute di paesi diversi, ognuno dei quali ha un proprio prezzo che può variare durante l’arco della giornata.

Comprendere le Quotazioni e i Cambi fra Valute

Ogni valuta ha un codice di tre lettere: EUR (euro), USD (dollaro), CHF (franco svizzero), GBP (sterlina britannica), JPY (yen giapponese). Le quotazioni delle valute rappresentano il rapporto tra unità di valute. Una coppia di valute, detta “cross”, come EUR/USD, indica quanti dollari sono necessari per acquistare un euro.

Leggere le quotazioni delle valute è semplice. Bisogna ricordare semplicemente quanto segue: una coppia di valute prende il nome di “cross“, per esempio EUR/USD (euro/dollaro): la prima valuta di una coppia viene considerata come la “valuta di base”. Ed il valore di una valuta di base è sempre 1.

I prezzi sono rappresentati da numeri di 6 cifre composte dai codici delle valute. La prima posizione è occupata dalla valuta più cara ed i prezzi sono espressi in unità della seconda valuta per le unità della prima. Per esempio la coppia EUR/USD mostra il numero di Dollari americani in un Euro.

Valuta Base e Valuta Contatore

In ogni coppia di valute, la prima valuta elencata è la valuta base, mentre la seconda è la valuta contatore. Per esempio, nella coppia EUR/USD, l’euro è la valuta base e il dollaro è la valuta contatore. Il prezzo della coppia rappresenta quanto della valuta contatore è necessario per acquistare una unità della valuta base. Per esempio, se EUR/USD: 1,2500, significa che 1 Euro viene scambiato a 1,2500 Dollari. L’euro in questo caso è la valuta di base, mentre il dollaro prende il nome di “contatore” (valuta quotata).

Se quindi il valore di cambio euro dollaro è: EUR/USD = 1,2500, significa che 1 Euro è valutato 1,2500 dollari americani (quindi verrai pagato quel preciso numero di dollari in fase di vendita o acquisto della valuta). Allo stesso tempo il valore GBP/USD = 1,9644 significa che 1 Sterlina è valutata 1,9644 dollari. Come regola generale, il prezzo AAA/BBB = C significa che una unità di AAA vale C unità di BBB

In genere il dollaro americano (USD) viene sempre considerato come valuta di base per le quotazioni, fanno però eccezione l’Euro (EUR), la Sterlina (GBP) e il Dollaro australiano (AUD).

Come regola generale, se la valuta di base aumenta di valore, significa che essa si sta rafforzando nei confronti della seconda valuta della coppia. Di conseguenza è possibile acquistare un maggior numero di denaro della valuta contatore. Al contrario se la valuta principale perde valore, significa che si sta indebolendo.

Prezzi Bid e Ask

Nel Forex, ogni coppia di valute ha due prezzi: il prezzo di vendita (bid) e il prezzo di acquisto (ask). Il prezzo bid è quello a cui il mercato è disposto a comprare la valuta base, mentre il prezzo ask è quello a cui il mercato è disposto a vendere la valuta base. La differenza tra bid e ask è chiamata spread, e rappresenta il costo della transazione per il trader.

bid ask spiegati

Se per esempio si vendono Euro per Dollari Americani: EUR/USD 1.0588/1.0591. 1.0588 prende il nome di prezzo bid, mentre 1.0591 è comunemente conosciuto come ask o prezzo d’acquisto. “BID” è il prezzo al quale puoi vendere la valuta di base, mentre ASK è il prezzo al quale puoi comprarla.

I PUNTI BASE (PIP)

Un pip (percentage in point) è l’unità di misura che esprime la variazione di valore tra due valute. Per la maggior parte delle coppie di valute, un pip è pari a 0,0001. Ad esempio, se la coppia EUR/USD passa da 1,1050 a 1,1051, significa che è aumentata di un pip.

Quando si ha una variazione di 1 punto (pip), si ha un apprezzamento. Nel caso in cui il valore EUR/USD da 1,2501 passasse a 1,2500, si ha sempre la variazione di 1 punto (pip), ma essa viene chiamata deprezzamento.

Per quanto riguarda lo Yen, la valuta giapponese, il pip si riferisce al secondo punto decimale della valuta.

Contrattazione: Posizioni Long e Short

Quando pensi che una valuta base aumenterà di valore rispetto alla valuta contatore, apri una posizione long. Questo significa che compri la valuta base con l’intento di venderla a un prezzo più alto in futuro. Al contrario, se pensi che la valuta base si deprezzerà rispetto alla valuta contatore, apri una posizione short, vendendo la valuta base con l’intento di riacquistarla a un prezzo più basso.

Per fare un esempio, consideriamo il cross EUR/USD. Se pensi che l’euro possa crescere di valore (ovvero apprezzarsi) nei confronti del dollaro, opterai di comprare la valuta base per poi rivenderla successivamente ad un prezzo più alto.

Per il broker, come puoi vedere in figura qui sotto, questo significa aprire una “posizione long“. Se pensi invece che la valuta di base possa deprezzarsi nei confronti dell’altra valuta del cross, andrai in “short“, decidendo di vendere la valuta e riacquistarla in seguito ad un prezzo più basso.

aprire posizioni long e posizioni short, che cosa vuol dire?

Tipi di Ordini nel Forex

Esistono vari tipi di ordini che i trader possono utilizzare nel Forex:

Ordine al Mercato: Un ordine per acquistare o vendere al miglior prezzo disponibile.
Ordine Limitato: Un ordine per acquistare o vendere a un prezzo specifico o migliore.
Stop-Loss: Un ordine per vendere una posizione quando il prezzo raggiunge un certo livello, limitando così le perdite.
Take Profit: Un ordine per chiudere una posizione quando il prezzo raggiunge un certo livello di profitto.

Esempio Pratico di Contrattazione

Supponiamo che tu creda che l’euro si apprezzerà rispetto al dollaro. Decidi quindi di acquistare 10.000 EUR/USD a un prezzo di 1,1050. Il valore della tua posizione è di 11.050 USD (10.000 * 1,1050). Dopo qualche ora, il prezzo sale a 1,1100 e decidi di vendere. Il valore della tua posizione è ora di 11.100 USD (10.000 * 1,1100). Il tuo profitto sarà di 50 USD (11.100 – 11.050), esclusi i costi di transazione.

Tipi di Analisi nel Forex

Per prendere decisioni informate nel trading, puoi usare principalmente due tipi di analisi:

Analisi Tecnica: Si basa sull’analisi dei grafici e degli indicatori tecnici per prevedere i movimenti futuri dei prezzi. Gli strumenti comuni includono medie mobili, oscillatori e pattern grafici.

Analisi Fondamentale: Si concentra sull’analisi degli indicatori economici, delle notizie e degli eventi globali che possono influenzare il valore delle valute. Questo tipo di analisi considera fattori come tassi di interesse, inflazione e dati sul PIL.

Come Iniziare a Fare Trading

Iniziare a fare trading nel Forex è semplice se hai una connessione internet. Prima di tutto, scegli un broker online affidabile, leggendo attentamente le condizioni offerte e le informazioni richieste. Diffida dei siti che promettono guadagni facili e sicuri, perché nessun investimento è privo di rischi.

Investimenti Consapevoli e Conti Demo

È importante fare investimenti oculati e continuare a studiare l’evoluzione dei mercati e delle condizioni economiche. Se sei agli inizi, prova un conto demo presso uno dei broker consigliati. Un conto demo simula un conto reale ma utilizza soldi virtuali, eliminando i rischi. Quando ti sentirai sicuro, potrai passare a un account reale.

Formazione e Risorse

Per migliorare le tue competenze nel trading Forex, consulta risorse formative come e-book e guide. Alcuni suggerimenti utili includono:

Forex KickStarter: Per chi inizia da zero.
Guida all’utilizzo di MetaTrader: Per conoscere meglio la piattaforma di trading.
Ricette per un buon Trading Forex: Per ripassare le basi e avere una conoscenza completa.

In Conclusione

Il Forex offre molte opportunità di guadagno, ma richiede conoscenze solide e un’analisi costante dei mercati. Con la giusta preparazione e un approccio oculato, è possibile navigare con successo in questo dinamico ambiente di investimento.

2 commenti su “Come si opera nel Forex”

    1. Salve. Io uso Metatrader, è un software gratuito che può trovare nell’area Download del sito e che offre tutte le informazioni in tempo reale. Lo può usare sia in versione per PC che per Smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Torna in alto