Le bande di Bollinger

Le bande di Bollinger sono utilizzate per misurare la volatilità  e la direzione dei mercati. Nel forex questo indicatore fornisce in modo grafico segnali operativi di acquisto o vendita.

Le bande di Bollinger sono oggi considerate uno degli indicatori più popolari di analisi tecnica. Questo strumento visuale non viene utilizzato per prevedere la direzione dei mercati, ma per determinare periodi di alta o bassa volatilità . Le bande sono state create da John A. Bollinger negli anni 80, in seguito all’intuizione che la volatilità  nei mercati fosse dinamica, e non statica come fino ad allora creduto.

Le bande di Bollinger sono un utile strumento di analisi tecnico, nel grafico rappresentati con linee viola al di sopra e al di sotto dei prezzi

Le bande di Bollinger consistono principalmente in tre curve, disegnate in relazione con l’andamento dei prezzi di un cross. La banda centrale, ovvero la Media Mobile Lineare, misura i trend di medio termine.

La banda superiore viene calcolata prendendo in esame la Media Mobile Lineare e sommando 2 volte la deviazione standard, mentre la banda inferiore è data dalla Media Mobile Lineare – 2 volte la deviazione standard.

Più è maggiore l’ampiezza delle bande, più è segno di un’elevata volatilità . Diversamente bande convergenti indicano una volatilità  in diminuzione. Molti trader utilizzano questo strumento per determinare i livelli minimi e massimi per di un cross: una strategia molto utilizzata è vendere quando i prezzi raggiungono la banda superiore ed acquistare quando invece il valore del cross tocca la banda inferiore.

Quando si viene a creare una situazione in cui i prezzi diventano variabili e volatili, le bande che vengono a delinearsi sul grafico sono ampie. Quando le bande hanno un assottigliamento, è possibile che avvenga un cambiamento improvviso del prezzo.

Se i prezzi raggiungono la banda superiore è prevedibile che vi sia un rimbalzo interno alla banda, ovvero una flessione dei prezzi. Più i prezzi forzano la banda superiore, più il segnale di ribasso diviene realistico. In questo caso è altamente consigliato non aprire nuove posizioni e chiudere quelle già  aperte. Gli andamenti delle curve in senso opposto, ossia prezzi che toccano la banda inferiore, indicano una discesa eccessiva dei prezzi, ed è quindi possibile un un rimbalzo interno alla banda, con una conseguente crescita dei prezzi. In questo caso è consigliabile aprire nuove posizioni di acquisto.

Le bande di Bollinger possono essere un ottimo strumento per chi volesse scoprire la fine di un trend e prevedere l’inizio di nuove tendenze. Tuttavia queste previsioni possono spesso essere disattese, poichè è facile che si creino “falsi allarmi”: i margini di errore sono alti ed è quindi necessario un discreto numero di tentativi prima di avere successo.

Come avrai potuto capire dall’articolo, questo indicatore è molto potente ed è oggi considerato uno degli strumenti di analisi tecnica più eleganti e sofisticati. Le bande di Bollinger sono oggi diventate uno strumento estremamente importante per moltissimi traders di tutto il mondo.

Se vuoi provare ad esercitarti analizzando le bande di bollinger, consigliamo di aprire un conto dimostrativo presso un broker on line, come XM – Trading Point, che offre diverse piattaforme basate su MetaTrader, oltre che un bonus in denaro all’apertura di un conto trading real money.

Gli ultimi Tweets

Sold EURUSD 1.11449 SL 1.1214 TP 1.09871

Circa 10 mesi fa dal Twitter di Area Forex via Myfxbook

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*