Concetti da conoscere nel forex trading

Per chi non è abituato a fare trading, operare nel forex può sembrare molto complesso. In realtà  con un pizzico di conoscenza dei concetti base e della  terminologia, chiunque è in grado di destreggiarsi senza difficoltà.

L’obbiettivo del forex è quello di scambiare una coppia di monete, comprando o vendendo una valuta con la convinzione che il mercato ed i prezzi si muovano nella direzione desiderata. I prezzi di riferimento di una coppia di valute variano più volte nell’arco di una giornata, tuttavia tendono a seguire un trend più o meno consolidato, percepibile con l’analisi tecnica offerta dai grafici forex.

Il primo aspetto importante da considerare è quello citato in apertura, ovvero che il trading forex contempla lo scambio di due valute: la valuta da vendere e quella da acquistare. Tali scambi prendono il nome di short e long.

La posizione long viene presa nel momento in cui viene acquistata una valuta nella speranza che essa aumenti di valore e che possa essere successivamente venduta per ottenere un profitto. Se diversamente viene ceduta una valuta, si avrà  una posizione short, in cui sarà  possibile speculare su un successivo riacquisto a prezzo più basso.

Il termine day-trading, utilizzato molto spesso da chi investe in questo mercato, significa che le operazioni di acquisto o vendita avvengono nell’arco di una giornata, considerando quindi un’ottica di investimento a breve termine.

Il forex è un mercato frequentato da investitori di tutto il mondo. Per venire incontro alle diversità  di linguaggio sono state adottate delle convenzioni internazionali per riconoscere le valute. Il dollaro americano viene chiamato USD, l’euro EUR e cosi’ via. I prezzi di tali valute sono sempre quotati in relazione ad un’altra valuta: si avranno quindi le quotazioni per le valute EUR/USD, EUR/GBP EUR/JPY, con la prima coppia chiamata “valuta base” (o base currency) e la seconda “valuta quotata”.

Se prendiamo come esempio la coppia EUR/USD = 1,3134, significa che l’euro è la valuta base e viene letta come una singola unità . Un euro equivale quindi a 1,3134 dollari americani.

Quando si decide di fare trading su una coppia, come ad esempio EUR/USD, ci si rivolge ad un broker, il quale offre due prezzi distinti: il prezzo di vendita ed il prezzo di acquisto. Il prezzo di vendita della tua valuta di base viene chiamato BID, mentre l’acquisto ASK. La differenza tra i due prezzi viene chiamata SPREAD.

I prezzi sono quotati in numeri decimali, e l’unità  più piccola di rapporto tra i due prezzi prende il nome di PIP. Per una spiegazione più approfondita ti rimando a questo articolo.

Questi sono i primi concetti che è necessario imparare per essere in grado di muoversi senza problemi nel forex market. Questo mercato è estremamente affascinante, ma anche molto rischioso per via dell’estrema volatilità  dei prezzi. Per avere un’idea pratica su come operare in questo mercato, consigliamo di aprire un conto dimostrativo su Markets e fare alcune settimane di training prima di cominciare ad investire il proprio denaro.

Continua a leggere gli altri articoli della Guida Livello Base.

Gli ultimi Tweets

Sold EURUSD 1.11449 SL 1.1214 TP 1.09871

Circa 3 anni fa dal Twitter di Area Forex via Myfxbook

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*